lunedì 1 luglio 2013

Rinascimento di Roma: MANIFESTO




VOGLIAMO LA RINASCITA
DELLA NOSTRA CITTA'


DICHIARAZIONE D’INTENTI / MANIFESTO

Al Sindaco di Roma, Ignazio Marino
Ai Presidenti dei Municipi
Ai cittadini di Roma Capitale
Al mindo associazionistico della città di Roma

 
RINASCIMENTO DI ROMA è un manifesto che ci siamo dati per tracciare una strada che i cittadini romani, giustamente esigenti, devono percorrere, in accordo con il Sindaco, e con i Presidenti dei Municipi, con il coinvolgimento delle Università, del CNR e degli altri Enti Pubblici di Ricerca, per delineare un nuovo volto di Roma Capitale. 

Capitale d'Italia naturalmente, ma anche una delle grandi città del mondo: perchè Roma contiene uno Stato a capo della cristianità e perchè è sede di un gran numero di beni archeologici e culturali, attraverso i quali è possibile ricostruire storia e identità della nostra civiltà e di quelle che l'hanno preceduta, più che in altre città del mondo. 

Pensiamo che utilizzando gli strumenti della democrazia deliberativa, in totale autonomia, e d'accordo con il Sindaco, un congruo numero di cittadini, aiutati da esperti messi a disposizione dalle Università, dal CNR, dagli EPR possano essere messi in grado di discutere e formulare delle proposte per rendere Roma una città ancora più bella di oggi, più vivibile, più sicura, più a misura di uomo, donna, bambino, anziano, portatore di handicap, più accogliente per migranti e turisti, più scorrevole e meno caotica, più attrezzata sul piano culturale, più verde. 

L'alto astensionismo alle ultime elezioni amministrative potrebbe in questo modo ricevere una risposta positiva rafforzando la democrazia rappresentativa. Le proposte dovranno tenere conto ovviamente delle compatibilità di bilancio e della necessità di un rapporto più snello con le burocrazie ed inaugureranno un nuovo rapporto tra i Cittadini e l’Amministrazione capitolina basato sulla fiducia e su una possibilità di partecipazione dei cittadini, mai sperimentata prima di ora, alla definizione delle scelte amministrative. 

Al Sindaco ed agli Amministratori diciamo che le risorse umane rappresentate dai cittadini sono una ricchezza quantomeno pari alle risorse finanziarie, che da tempo, come sappiamo bene, tendono a scarseggiare. 

Ignorarle sarebbe una tragica manifestazione di autolesionismo. Quindi i cittadini organizzati, a partire dal nostro Comitato Provvisorio, che col tempo si amplierà coinvolgendo anche associazioni che si pongano gli stessi obbiettivi trasversali e non di parte, in uno stretto rapporto, e previo gradimento del Sindaco, cominceranno a lavorare per produrre un complesso di proposte insieme a Università, CNR e EPR, che dovranno fornire servizi di tutoraggio. Una volta definita la proposta il Sindaco avrà la possibilità di esaminarla, eventualmente insieme al Consiglio Comunale ed ai Presidenti dei Municipi e, successivamente, potrà indire gli Stati Generali della Città. 

Pensiamo a un percorso virtuoso, che abbia tempi ragionevoli e che potrebbe segnare positivamente l'attività di questa amministrazione, distinguendosi radicalmente dalle amministrazioni precedenti proprio sul terreno sul quale la nostra democrazia rappresentativa oggi è più debole: la partecipazione dei cittadini alla definizione delle scelte pubbliche ed ai processi di verifica. 

Alla fine di questo percorso infatti, proponiamo che si costituisca un rapporto permanente tra amministrazione comunale ed organizzazioni della società civile regolato da norme da inserire nella Carta della Città. Ciò che proponiamo andrà a vantaggio di tutta la città e dei cittadini che la abitano e la frequentano per ragioni di lavoro, o turistiche. Non vogliamo privilegiare idee di parte ne conquistarci rendite di posizione, ma solo svolgere una funzione di servizio nell'interesse di tutti.


COMITATO PER GLI STATI GENERALI DI ROMA
I membri pro tempore:
AnnaMaria Addante, Isabelle Caillaud, Letizia Ciancio, Elvio Cipollone, Maurizio Colace, Carlo Michele Cortellessa, Giovanni Creton, Patrizia Deitinger, Elisabetta Di Castro, Claudio Falasca, Graziella Falconi, Leonardo Loprete, Mario Monge, Michele Petrucci, Lanfranco Scalvenzi, Pierluigi Sorti, Elisabetta Tonni.

Gruppi Promotori:

ASSOCIAZIONE INQUILINI E PROPRIETARI IACP-ATER-ERP
DELIB – ASSOCIAZIONE PER LA DEMOCRAZIA DELIBERATIVA
IN CIELO E IN TERRA
INSIEME X

Sottoscrivi questa proposta e diffondila: FIRMA QUI