mercoledì 22 maggio 2013

Lettera aperta ai nostri sostenitori

Carissime e carissimi,

la mancanza di tempo ci ha impedito di scrivere prima di ora soprattutto per ringraziarvi della vostra firma a sostegno della proposta "Rinascimento di Roma".

Il primo turno delle elezioni comunali si avvicina ma il nostro impegno non è ancora terminato, anzi.

venerdì 10 maggio 2013

Incontro con i candidati Sindaco

A margine di un recente incontro organizzato dall'Istituto di Architettura con  alcuni  candidati a  Sindaco di Roma  alle prossime elezioni di fine maggio, alcuni  rappresentanti  del  nostro  Comitato  hanno  potuto  avvicinare l'ing. Alessandro Bianchi,  l'Avv. Marcello De Vito,  il  Sen. Ignazio Marino ed un rappresentante di Sandro Medici, Lorenzo Romito, per consegnare la proposta "Rinascimento di Roma".
Come l'Ing. Bianchi, che ci aveva già contatto via e-mail per condividere la nostra iniziativa, anche gli altri 3 candidati si sono dimostrati interessati all'iniziativa stessa e siamo ora in attesa di una loro riconoscimento ufficiale.

domenica 5 maggio 2013

Prima adesione

Ringraziamo il prof. Alessandro Bianchi che, primo tra i 18 candidati Sindaco di Roma Capitale, ha aderito alla proposta "Rinascimento di Roma" con la seguente e-mail:

venerdì 3 maggio 2013

Rinascimento di Roma

Elezioni comunali 2013



VOGLIAMO RISCRIVERE ROMA 

VOGLIAMO LA RINASCITA 
DELLA CITTÀ’



 LETTERA APERTA / PROPOSTA





· Ai candidati a Sindaco di Roma Capitale
· Ai cittadini di Roma Capitale


Roma è una città allo sbando: degradata ad una enorme e triste periferia, che sembra non avere più la forza di desiderare un cambiamento che la porti ad essere ciò che in parte è già stata: una grande capitale d'Europa e del mondo. Serve un cambiamento radicale. Politico e culturale.

Una delle più belle città del mondo è ridotta al collasso schiacciata da un debito di dimensioni colossali.
Ciò che più inquieta è che la cifra è indefinita: 12, 15 o più miliardi di Euro ?!  (* VEDI SOTTO)
Una minaccia che pende sul capo di tutti i contribuenti. Una responsabilità in più per l'attuale amministrazione.