sabato 28 giugno 2014

Inquinamento acustico

Sapete che il Comune di Roma NON ha un regolamento contro i rumori ?













La Legge Quadro sull'Inquinamento Acustico n. 447 del 1995 impone a Roma Capitale l'adozione del Regolamento Acustico. Ma ci sono anche la Legge Regionale n. 18 del 2001 e il Decreto Legislativo n. 194 del 2005.

Le Amministrazioni Comunali che si sono succedute in Campidoglio non hanno mai attuato le norme e direttive contenute nelle disposizioni indicate ne hanno mai adottato uno strumento regolamentare capace di governare la complessa materia e le problematiche connesse al rumore ambientale e all'inquinamento acustico.

giovedì 19 giugno 2014

Trasparenza - Lettera alla Regione Lazio


Il principio della trasparenza, inteso come «accessibilità totale» alle informazioni che riguardano l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni, è stato affermato con decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33. Obiettivo della norma è quello di favorire un controllo diffuso da parte del cittadino sull'operato delle istituzioni e sull'utilizzo delle risorse pubbliche.

Purtroppo l'applicazione di questo principio non è cosa facile e ci sono una infinità di esempi di poca trasparenza nonostante il fatto che tutti la invochino e ne parlino come unico rimedio alle tante "disfunzioni" della Pubblica Amministrazione.

Un esempio di poca trasparenza è a nostro avviso la poca pubblicità data dalla Regione Lazio alla recente gara comunitaria per il servizio CUP occorente alle Aziende Sanitarie della regione. 
Per questo motivo Rinascimento di Roma e la rete di CARTEINREGOLA hanno indirizzato la seguente lettera ai massimi vertici della Regione Lazio.

 *  *  *  *

Oggetto: Osservazioni e richieste di chiarimento rispetto alla “Gara comunitaria centralizzata a procedura aperta finalizzata all’acquisizione del servizio CUP occorrente alle Aziende Sanitarie della Regione Lazio”

Roma, 19 giugno 2014


In seguito alla Determina n. G03877 del 28/03/2014, la Centrale Acquisiti Regionale del Lazio ha indetto il bando per una gara da 61 milioni di Euro per la gestione in 24 mesi, con la possibilità di proroga per altri 12 mesi al costo di ulteriori 30 milioni di Euro, per le attività di front /back office degli sportelli CUP di quasi tutte le strutture sanitarie del Lazio.
Il termine indicato per partecipare era inizialmente il 23 maggio, poi prorogato al 12 giugno 2014.

Rinascimento di Roma e Carteinregola intendono avanzare alcune osservazioni sul metodo - nella prospettiva di una maggiore trasparenza e diffusione delle informazioni - e porre alcuni quesiti sui criteri del bando.