venerdì 30 dicembre 2016

Una bella notizia! ..... ma non basta

L'antivigilia di Natale, il 23 dicembre, è entrato in vigore definitivamente il  

Freedom of Information Act - FOIA
(D.Lgs. 25 maggio 2016 n. 97 - FOIA e Trasparenza - Leggi Decreto)

Da questa data la trasparenza dovrebbe cominciare ad essere una realtà nel nostro paese e questo grande risultato lo dobbiamo in gran parte a:







Il FOIA stabilisce che ogni cittadino, a partire appunto dal 23 dicembre u.s., ha la possibilità di richiedere documenti e atti della Pubblica Amministrazione TUTTA, anche senza motivazione. 

Tutto ciò però non basta: molte leggi sono rimaste lettera morta e quindi, se vogliamo che questa conquista  sia operativa e contribuisca a combattere la piaga spaventosa della corruzione bisogna che i cittadini siano coscienti dei loro diritti e agiscano di conseguenza non facendosi fermare ed intimorire dalle probabili resistenze della P.A.


Ma non basta ancora! Dobbiamo impegnarci, continuare ad impegnarci, perché la legge protegga quei cittadini che denunciano la corruzione: chi ha il coraggio di denunciare corruzione e illegalità deve essere tutelato.





RICORDATE: il cambiamento dipende da noi cittadini. Siamo noi che possiamo determinare il cambiamento, modificare le cose, battere la corruzione. Serve partecipazione.


Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare. A. Einstein




giovedì 22 dicembre 2016

Ecco il contratto M5S/ Grillo-Casaleggio con Raggi e gli altri eletti del Movimento a Roma

Qualche giorno fa, il 16 dicembre u.s.,  è stato reso pubblico il documento "REGOLAMENTO E CODICE DI COMPORTAMENTO" che tutti i candidati del Movimento 5 Stelle hanno firmato per poter partecipare alle elezioni amministrative di Roma dello scorso giugno.

Quello che veniva presentato come un documento di soli principi etici sembrerebbe invece essere un vero e proprio contratto con tanto di penale (150.000 Euro) che ognuno degli eletti potrebbe essere chiamato a pagare al M5S nel caso di loro inadempienza su quanto fissato nel documento.

Secondo alcuni il documento sarebbe incostituzionale e la Raggi ineleggibile.

Il 13 gennaio prossimo ci dovrebbe essere una sentenza della Magistratura su questo tema.

Di seguito vedete la prima pagina del documento di cui si parla. Chi volesse leggerlo tutto clicchi QUI