mercoledì 14 febbraio 2018

Ex rimessa ATAC "Vittoria": i Comitati SCRIVONO, .......................... ............ ma i "competenti" Organi del Comune NON RISPONDONO


 .... passa un anno, passa l'altro, i Sindaci si succedono ma non cambia niente!




Lo scorso 7 gennaio abbiamo pubblicato un post dal titolo:" Ex rimessa ATAC "Vittoria": dopo anni qualcosa si muove".

Nell'articolo (leggi) facevamo la storia della rimessa Vittoria e delle iniziative dei cittadini da quando detta struttura era stata dismessa nel lontano 2002, 16 anni fa, e riportavamo due iniziative importanti che ci avevano spinto a scrivere "..... qualcosa si muove":
  1. Il I° Municipio aveva indirizzato al Campidoglio, in data 26 ottobre 2017, la Delibera di iniziativa Municipale n. 37 (leggi), votata all'unanimità, nella quale si richiede una variante al P.R.G. sulla destinazione d'uso dell'ex rimessa ATAC Vittoria.

  2. Le associazioni e i comitati interessati al futuro della rimessa nel novembre scorso avevano lanciato una petizione (leggi) diretta al Campidoglio nella quale si appoggiava e sosteneva la Delibera n. 37 del I° Municipio chiedendone la calendarizzazione per la discussone in Aula Giulio Cesare.

Successivamente a queste due iniziative, nel gennaio scorso, i comitati coinvolti nell'iniziativa hanno inviato alla Sindaca, Virginia Raggi, e all'Assessore all'Urbanistica, Luca Montuori, una richiesta d'incontro (leggi) per un confronto Amministrazione / Cittadini sul futuro dell'ex rimessa e consegnare le firme raccolte dalla petizione lanciata per sostenere la Delibera del I° Municipio. 
Nonostante l'importanza e l'urgenza del tema, è nota a tutti la situazione dell'ATAC, né la Sindaca, né l'Assessore hanno ritenuto di rispondere ai cittadini.  Dobbiamo anche segnalare che fino ad ora la Delibera del I° Municipio non è stata calendarizzata per la discussione in aula, nonostante la legge preveda 60 giorni di tempo per farlo.
Sorpresi e contrariati da questo comportamento, che noi riteniamo contrario alla correttezza dei rapporti tra governanti e governati e che non rispetta neppure le normative vigenti, i comitati promotori dell'iniziativa, ieri hanno inviato via e-mail una seconda richiesta d'incontro al Campidoglio (leggi).

Siamo tutti in attesa di vedere se questa volta ci sarà una risposta.    
  



I Comitati promotori della Petizione sono intervenuti nella trasmissione TGR "Buongiorno Regione"
Qui potete vedere l'estratto dalla trasmissione del 12 gennaio 2018


venerdì 9 febbraio 2018

EX OSPEDALE FORLANINI: qualche cosa si muove.




A distanza di anni da quando il monumentale "Complesso Ospedaliero Forlanini" è stato chiuso, finalmente la Giunta Regionale del Lazio ha approvato lo scorso 6 febbraio un Atto di indirizzo che, riprendendo molte delle richieste avanzate dai comitati di quartiere, traccia gli orientamenti amministrativi e gestionali per il riutilizzo della storica struttura:
  • a.  promuove la partecipazione ed il coinvolgimento delle comunità locali nel processo di valorizzazione dell'ex Ospedale "Carlo Forlanini", anche mediante l'istituzione di un tavolo di confronto aperto alle comunità locali ed alle Associazioni del territorio, al fine di monitorare lo stato di avanzamento del progetto e di condividere finalità e destinazione dei servizi riservati alla cittadinanza;
  • b. favorisce la fruizione pubblica del complesso attraverso attività di interesse pubblico, istituzionali, sociosanitarie con particolare riferimento a quelle sociali, oltreché attività culturali e formative, nonché di sicurezza;
  • c.  conferma la volontà di recuperare e riqualificare il complesso monumentale ed il parco circostante, garantendo la proprietà pubblica ed usufruendo di risorse pubbliche per realizzare la predetta destinazione a finalità di interesse pubblico. Ciò in quanto, per l'attuale stato di conservazione e per la sua riqualificazione strutturale e funzionale, si rende necessario reperire importanti finanziamenti a carico degli investitori pubblici da coinvolgere nel processo di valorizzazione patrimoniale.
  •  
Il "COORDINAMENTO FORLANINI PROPRIETA' PUBBLICA BENE COMUNE", che in rappresentanza e con il deciso supporto di tante associazioni, comitati e singoli cittadini  si è battuto con grande impegno perché il Forlanini non fosse privatizzato e rimanesse proprietà pubblica, ha emesso con la CGIL di Roma Centro Ovest Litoranea il seguente